SOCIAL RARE Quadro sociale, nuove azioni e proposte per i malati rari

social_rare_sito1.jpgE' stato avviato il 10 luglio il progetto ministeriale SOCIAL RARE - Quadro sociale, nuove azioni e proposte per i malati rari, promosso da UNIAMO FIMR onlus e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ai sensi della L. 383/2000, lett. d art. 12 comma 3, anno 2016.

Il progetto intende implementare le conoscenze dei malati rari, dei loro famigliari e dei loro rappresentanti associativi rispetto al tema delle tutele sociali e dell'abitare sociale per le persone con malattia rara con gravi disabilità, favorendo la conoscenza delle l'opportunità offerte dalla approvazione della L. 112/2016 "Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare".

Il progetto è esteso a tutto il territorio nazionale con una formazione prevista in 5 diverse sedi: Torino, Bologna, Roma, Bari, Palermo

L'iniziativa è in linea con le previsioni del Piano Nazionale Malattie Rare 2013-2016 che in merito alla Associazioni parla esplicitamente di "incentivare la costruzione di un rapporto collaborativo finalizzato ad una partecipazione dei pazienti ai processi decisionali, incoraggiando la loro informazione e formazione" ha come obiettivo quello di portare anche la dimensione sociale all'interno del nuovo Piano Nazionale Malattie Rare.
L'azione proposta è anche attuativa del vigente "Programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l'integrazione delle persone con disabilità" con riferimento alle linee di intervento 1 "Revisione del sistema di accesso, riconoscimento/certificazione della condizione di disabilità e modello di intervento del sistema socio-sanitario" e, soprattutto, 3 "Politiche, servizi e modelli organizzativi per la vita indipendente e l'inclusione nella società" che auspica il generale processo di de-istituzionalizzazione da un lato e lo sviluppo di progetti di "abitare in autonomia" che coinvolgono piccoli gruppi di persone dall'altro, indicazione peraltro ripresa anche nella nuova proposta del Secondo Programma di azione biennale.

SOCIAL RARE nasce da esigenze rilevate nella comunità dei malati rari che "incontra spesso difficoltà nell'ottenere le informazioni di loro interesse la cui qualità sia facilmente identificabile" (fonte: Piano Nazionale MR, 2013-2016). Come riportato anche in "MonitoRARE" "Tutte le indagini svolte in questi ultimi anni evidenziano come le persone affette dalle MR e i loro familiari incontrino spesso difficoltà nell'ottenere le informazioni di loro interesse, validate e aggiornate": "l'informazione può essere quindi considerata come una delle maggiori criticità per le MR".
Si rende quindi necessario realizzare un'azione formativa che, partendo, dal fondamentale tema del progetto di vita della persona con disabilità (che la stessa L. 112/2016 ricorda deve essere orientato al conseguimento del maggior livello di autonomia possibile della persona) favorisca l'aumento delle conoscenze e delle competenze delle persone con malattia rara e dei loro familiari con riferimento ad una serie di strumenti particolarmente innovativi per il sistema di welfare italiano: dal co-housing al dopo di noi, dai trust alle polizze sanitarie e alla previdenza integrativa.

Per saperne di più pubblichiamo il progetto completo in allegato

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (20161205-Progetto-99-UNIAMO_FIMR_Onlus.pdf)Progetto Social Rare459 Kb

UNIAMO - Federazione Italiana Malattie Rare onlus

Sede legale e amministrativa
Via Nomentana, 133
00162 Roma 
Tel. e fax (+39) 06 4404773
C.F. 92067090495 P.IVA 08844231004
Orari: dal Lunedì al Venerdì: dalle ore 9.30 alle ore 18.00

Centro studi e progettualità
San Marco, 1737
30124 Venezia (VE)
Tel./Fax: (+39) 041 2410886

FacebookTwitterYoutube