Al via tanti eventi nella settimana per la VII Giornata mondiale delle malattie rare

UNITI PER UN'ASSISTENZA MIGLIORE
28 febbraio, settima Giornata delle Malattie Rare

rdd_locandina2.jpgIl 28 Febbraio 2014 si celebra la settima Giornata delle Malattie Rare. In tutto il mondo organizzazioni di pazienti uniranno le forze per promuovere la sensibilizzazione sulle malattie rare

e su chi è affetto da queste patologie cronicamente debilitanti, a volte potenzialmente letali. In Italia sono oltre 100 le Piazze coinvolte da eventi di sensibilizzazione promosse dalle associazioni, da Enti e Istituzioni che spaziano da Convegni a spettacoli teatrali, gare sportive, concorsi e sportelli informativi. (link programma nazionale)

Dall'Udienza del Papa all'incontro in Parlamento, anche a Roma i pazienti sono i protagonisti di numerose iniziative nella prossima settimana in occasione della VII Giornata mondiale delle malattie rare del 28 febbraio. UNIAMO FIMR Onlus, l'Istituto Superiore di Sanità, la Fondazione TELETHON, il Policlinico universitario Agostino Gemelli, l'Ospedale pediatrico Bambino Gesù e il Centro per la Pastorale sanitaria del Vicariato di Roma si sono uniti insieme per dar voce ai malati e ai loro bisogni. L'obiettivo, a livello sia sanitario che sociale, è un'assistenza migliore

Sarà l'Udienza con Papa Francesco ad aprire gli appuntamenti per il Rare Disease Day 2014 che si concluderanno con il ricevimento di pazienti e rappresentanti delle Istituzioni a Montecitorio.
Per la prima volta una rete creata tra Istituzioni, luoghi di ricerca e di cura e associazioni di pazienti promuove congiuntamente una serie di appuntamenti in occasione della Giornata mondiale delle malattie rare (Rare disease day) che si celebra quest'anno il 28 febbraio sul tema "Uniti per un'assistenza migliore".
Ecco in sintesi gli eventi promossi da UNIAMO FIMR Onlus, Istituto Superiore di Sanità, TELETHON, Policlinico Agostino Gemelli, Ospedale pediatrico Bambino Gesù e Centro per la Pastorale sanitaria del Vicariato di Roma:

  • Papa Francesco dedica l'Udienza Generale ai malati e alle loro famiglie
  • In oltre cento piazze italiane le associazioni di pazienti daranno vita a iniziative ed eventi sul tema
  • Educazione e comunicazione: una videofavola dell'ISS con UNIAMO spiega le malattie rare ai bambini della scuola primaria

All'Ospedale pediatrico Bambino Gesù, in collaborazione con Telethon si farà il punto sulla ricerca più avanzata e innovativa. Nel pomeriggio tavola rotonda sul dialogo interreligioso sui malati rari
Al Policlinico Gemelli l'eccellenza clinica si interroga su come essere "uniti per un'assistenza migliore" con un incontro a più voci su diversi aspetti della fragilità
All'Istituto Superiore di Sanità, alla presenza delle istituzioni scientifiche e politiche, saranno presentati i risultati del progetto Europlan II e i pazienti indicheranno le loro proposte per migliorare i percorsi di cura, assistenza e ricerca
Alla Sala del Mappamondo a Montecitorio il Gruppo interparlamentare sulle malattie rare si confronterà con pazienti e rappresentanti del mondo della ricerca e della sanità.

Il programma completo

IL CALENDARIO DEGLI EVENTI DI ROMA

Martedì 25 Febbraio

"Una notte di raro divertimento". Concerto della JC Band a favore di UNIAMO Fimr Onlus
Serata promossa da Farmindustria, per coinvolgere e sostenere i pazienti alla presenza di operatori e rappresentanti del mondo istituzionale.
Ore 20.30, Planet Roma Disco Club - Via del Commercio 36, Roma

Mercoledì 26 Febbraio

Udienza con il Santo Padre
Incontro con Papa Francesco. Grazie all'impegno del Centro per la Pastorale della Salute del Vicariato di Roma il Papa, in occasione del Rare Disease Day, abbraccerà malati rari provenienti da tutta Italia e incontrerà i responsabili delle Istituzioni che operano nell'assistenza e nella ricerca in questo campo. Ai malati e alle loro famiglie il Santo Padre dedicherà l'Udienza Generale del mercoledì ricevendo un'ampia delegazione di pazienti, familiari e rappresentanti delle associazioni e delle istituzioni.
Ore 10.00, Piazza San Pietro

Il Volo di Pegaso. Cerimonia di premiazione del VI concorso artistico-letterario
"Il volo di Pegaso", istituito dal Centro Nazionale Malattie Rare per fornire spazi e occasioni di espressione e visibilità a chi vive con una malattia rara. Linguaggi come la scrittura narrativa e poetica, il disegno, la pittura e la fotografia possono essere preziosi alleati di chi si batte per parlare e far parlare dell'argomento anche al di fuori del mondo associativo, sanitario e della ricerca.
Ore 14.00, Istituto Superiore di Sanità - Viale Regina Elena 299 - Aula Pocchiari

Con gli occhi tuoi. Una storia d'amore e d'amicizia
Presentazione del progetto dell'ISS, promosso dal Ministero della Salute e realizzato in collaborazione con UNIAMO Fimr onlus, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma e patrocinato dal Centro della Pastorale per la Salute del Vicariato di Roma. Il progetto, realizzato da un'équipe interdisciplinare con due classi di scuola primaria, nasce per favorire l'integrazione dei bambini ammalati nelle classi e spiegare cosa sono le malattie rare. I materiali sono gratuiti e scaricabili dal sito www.congliocchituoi.it e comprendono, oltre ai video, una guida didattica per permettere di ripetere l'esperienza in tutte le scuole italiane. In quest'occasione saranno premiate le classi che per un intero anno hanno lavorato a realizzare il progetto.
Ore 16.00, Istituto Superiore di Sanità – Aula Pocchiari

Giovedì 27 Febbraio

Eccellenze nella presa in carico dei pazienti: i risultati più significativi e le prospettive più innovative che scaturiscono dall'esperienza della ricerca italiana
È il Convegno dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù, organizzato in collaborazione con Telethon. Per il Bambino Gesù saranno presenti tra gli altri il Presidente, Giuseppe Profiti, e il Direttore scientifico, Bruno Dallapiccola.
Ore 9.00 Auditorium della sede di San Paolo Fuori le Mura dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù - Viale Ferdinando Baldelli 36

Cerimonia di premiazione del Premio Giornalistico O.Ma.R. per le malattie e i tumori rari
Il Premio, organizzato dall'agenzia giornalistica Osservatorio Malattie Rare (O.Ma.R.), è nato nel 2012 per promuovere tra i media una maggiore sensibilità e l'impegno a fare da cassa di risonanza per le problematiche vissute dai pazienti (per dettagli si può consultare il sito www.premiomalattierare.it).
Ore 14.30 Auditorium della sede di San Paolo Fuori le Mura dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù - Viale Ferdinando Baldelli 36

Dialogo interculturale e interreligioso con i malati rari
Tavola rotonda con la partecipazione del Rabbino capo di Roma, Riccardo Di Segni, del presidente della Comunità Religiosa Islamica (COREIS) Italiana, Shaykh Abd al-Wahid Pallavicini, del Vescovo ausiliare della Diocesi di Roma, Mons. Lorenzo Leuzzi.
Ore 16.00 Auditorium della sede di San Paolo Fuori le Mura dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù - Viale Ferdinando Baldelli 36

"Le malattie rare oltre le frontiere"L'impegno dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù per i bambini stranieri con malattie rare, in Italia e nel mondo.
Ore 17.00 Auditorium della sede di San Paolo Fuori le Mura dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù - Viale Ferdinando Baldelli 36

"Uniti per ASSISTERE" – Le Malattie Rare: Paradigma della fragilità. Incontro a più voci promosso dall'Unità interdipartimentale Centro malattie rare e difetti congeniti del Policlinico universitario Agostino Gemelli.
È l'analisi della "fragilità" la chiave con cui affronta il tema delle malattie rare il Policlinico Agostino Gemelli. L'eccellenza della clinica si interroga su come fare o costruire "reti" per rispondere alle varie fragilità. Fragilità "mentale", poiché molte condizioni rare, specie se congenite, si associano a ritardo psicomotorio o determinano un forte coinvolgimento emozionale. Fragilità "fisica", poiché molti pazienti portano nel proprio corpo il difetto della loro condizione che spesso li deforma o li rende visibilmente diversi. Fragilità "ambientale", poiché per alcune condizioni è la difficoltà ad adattarsi all'ambiente che determina disabilità o la stessa malattia. Fragilità per avere una condizione "genetica" ovvero con rischio riproduttivo, molte malattie rare possono essere ereditarie e questo genera nel genitore senso di colpa e limita la possibilità di avere altri figli. Fragilità "per essere rari", ovvero nel non avere punti di confronto che permettano di trovare strategie anche nella vita di tutti i giorni. I pazienti rari nella maggior parte dei casi non presentano una malattia da combattere ma una condizione da accettare e da curare. A volte il compito degli operatori sanitari non è quello di far guarire, ma di prendersi cura e ciò può essere realizzato al meglio integrando sapere scientifico e profonda solidarietà. Questo è l'obiettivo che il Policlinico universitario A. Gemelli sta attuando: essere vicino alla persona con malattia rara.
Ore 15.30, Policlinico universitario Agostino Gemelli, Aula Brasca

Venerdì 28 Febbraio

"Dalla ricerca scientifica alla tutela delle persone con malattie rare"
Convegno conclusivo delle celebrazioni per la Giornata per fare il punto sulla situazione socio-sanitaria in cui si collocano le malattie rare, sullo stato dell'arte della ricerca, sui compiti del Servizio Sanitario Nazionale, sulle istanze dei pazienti e sulle risposte istituzionali. Nel corso del Convegno UNIAMO illustrerà i risultati di Europlan II, progetto europeo coordinato dall'ISS, con un documento nel quale i pazienti faranno delle proposte per l'adozione e il miglioramento del Piano nazionale delle malattie rare e indicheranno gli obiettivi da raggiungere entro febbraio 2015.
Ore 10.00 Istituto Superiore di Sanità - Aula Pocchiari

Incontro con i parlamentari a Montecitorio
In occasione della Giornata mondiale delle malattie rare, l'Intergruppo delle Malattie Rare di Camera e Senato incontra istituzioni e associazioni per un confronto. Promotrice dell'appuntamento è l'on. Paola Binetti, Presidente dell'Intergruppo alla Camera, con la collaborazione della collega Ileana Argentin e di Lucio Barani, presidente dell'Intergruppo al Senato. L'obiettivo è mostrare con gesti concreti non solo la disponibilità all'ascolto da parte della politica ma anche un preciso impegno per il Parlamento, pronto a farsi carico dei problemi che verranno posti. Saranno presenti Presidenti di Commissione e sottosegretari del Ministero di Scuola e Salute. L'incontro è organizzato con UNIAMO FIMR onlus e con l'ISS, e chiude la settimana delle Malattie Rare.
Ore 15.00 Sala del Mappamondo della Camera dei Deputati, Piazza Montecitorio

Sabato 1 marzo
Policlinico Umberto I, Convegno SAPERE ED ASSISTERE: FORMAZIONE E RICERCA
ore 9.00 Aula Pietro Valdoni - IV Clinica Chirurgica

Lunedì 3 marzo
Ospedale Forlanini, Convegno Una Giornata per le Malattie Rare
ore 9.00 Aula MagnaAula Pietro Valdoni - IV Clinica Chirurgica

Perché il Rare disease Day
I pazienti sono i protagonisti della Giornata, a cui hanno dato vita nel 2008 (riuniti in EURORDIS, European Organization for Rare Disease e, in Italia, nella Federazione UNIAMO Fimr onlus) per portare l'attenzione sulla fragile condizione di chi ha una malattia rara e sugli obiettivi prioritari che la politica deve perseguire nel contesto nazionale ed europeo.

Lo sforzo per consentire l'avanzamento delle frontiere della ricerca sulle malattie rare, assieme a politiche socio-assistenziali puntuali ed efficaci e alla diffusione e condivisione delle informazioni tra i medici (a partire da medici di medicina generale e pediatri) e gli operatori sanitari, sono i cardini di un sistema in grado di tutelare realmente chi soffre di una malattia rara.

Per questo il 28 febbraio in tutto il mondo organizzazioni di pazienti uniranno le forze per promuovere la sensibilizzazione sulle malattie rare e su chi è affetto da queste patologie cronicamente debilitanti, a volte potenzialmente letali. Si stima che in Europa e Nord America siano 60 milioni le persone colpite da malattie rara, mentre in Italia si valuta che il numero sfiori un milione e mezzo, in gran parte bambini, secondo un calcolo fatto nel 2013 dal progetto Orphanet.

In ogni regione italiana si svolgeranno eventi di sensibilizzazione per celebrare la Giornata e ricordare ai pazienti che uniti si è più forti e che possono contare su un movimento mondiale che si mobilità per la ricerca di cure e forme di assistenza sempre migliori.

Accanto ai pazienti anche Farmindustria, grazie a cui è possibile produrre il materiale divulgativo che verrà distribuito negli eventi su tutto il territorio nazionale e la Lega di Pallavolo Maschile Serie A1 e A2 che patrocina e appoggia la Giornata del Rare Disease Day.

 

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (COMUNICATO GIORNATA 2014_d.doc)COMUNICATO GIORNATA 2014_d.doc394 Kb
Scarica questo file (rdd_locandina2.pdf)rdd_locandina2.pdf1209 Kb

Commenti (1)

RSS feed Comments

Mostra/Nascondi commenti

Scrivi commento

smaller | bigger
security image
Scrivi i caratteri mostrati

busy

UNIAMO - Federazione Italiana Malattie Rare onlus

Sede legale e amministrativa
Via Nomentana, 133
00162 Roma 
Tel. e fax (+39) 06 4404773
C.F. 92067090495 P.IVA 08844231004
Orari: dal Lunedì al Venerdì: dalle ore 9.30 alle ore 18.00

Centro studi e progettualità
San Marco, 1737
30124 Venezia (VE)
Tel./Fax: (+39) 041 2410886

FacebookTwitterYoutube