Eurordis e i suoi 800 membri chiedono assistenza globale per i 30 milioni di pazienti affetti da malattia rara

In concomitanza con il CNA in corso in questi giorni a Bucharest, EURORDIS e i suoi membri hanno presentato oggi un nuovo position paper che chiede di prestare assistenza globale entro il 2030 ai 30 milioni di cittadini europei e alle loro famiglie che vivono con una malattia rara.

Sulla scia dell’hashtag #LeaveNoOneBehind alla #EMM2019, l’obiettivo di  EURORDIS è considerare i malati rari e le loro famiglie integrati in una società che offre loro assistenza globale a 360° e che comprenda bisogni sanitari, sociali e quotidiani dei pazienti e dei loro caregiver.

Time to act is now!

Scarica e leggi qui il documento.

 

2019-05-17T14:35:54+00:00 Dall'Europa|